ferrara

Via Caretti, torna l’allarme corse notturne in moto

Il fenomeno preoccupa nuovamente i residenti per la sicurezza stradale. Il rumore disturba il sonno in almeno tre quartieri e la velocità crea pericolo

FERRARA. Sono ritornati a scambiare via Caretti e le strade vicine con rettilineo, da via Copparo a via Pontegradella, per un circuito per moto GP.

Dopo le ripetute segnalazioni dell’estate scorsa, con la fine dell’inverno sono tornate dall’altra sera le gara in moto - ovviamente non autorizzate - con un fragore e un rumore che tornano a disturbare il sonno anche nei vicini quartieri di Borgo Punta, via Frutteti e Malborghetto.

Sono tornate quindi a fioccare le segnalazioni per queste presenze sgradite, con i residenti allarmati per questo fenomeno, fastidioso per le orecchie e molto pericoloso visto che la “linea di partenza” si trova a poca distanza da un attraversamento pedonale. Spesso, poi, per allinearsi i motociclisti compiono inversioni di marcia naturalmente pericolose, per poi partire a tutto gas e vedere chi arriva prima al “traguardo”. Senza contare che a volte la gara è a cronometro e si ascoltano accelerate che squarciano il silenzio della notte.

«Ho chiamato i carabinieri – spiega un residente – e ho consigliato di farlo anche ai miei vicini, per cercare di far capire alle forze dell’ordine che servono dei controlli, innanzitutto per evitare che questi ragazzi si facciano male e ne cagionino ad altri ignari che transitano per quella strada. Ci rendiamo conto che vogliono divertirsi, ma però le loro sono comunque manovre pericolose, corrono a forte velocità in un periodo in cui comunque circolano macchine e sull’attraversamento pedonale passano i residenti anche adesso che la stagione è più mite e si sta fuori di più alla sera. Oltre al rumore che disturba si infrangono ovviamente i limiti di velocità». Da più parti si invoca un controllo per arginare questo pericoloso fenomeno. Nei mesi scorsi avevano segnato anche la linea di partenza, lo start, disegnato sull’asfalto. Le corse in moto nella notte tornano quindi a turbare il sonno dei residenti della zona nord est della città.